vuoto

Itinerari dello Spirito - Riscoprire la Sardegna attraverso i cammini religiosi e storici

Il 16 dicembre nell’antico borgo di Laconi si è tenuta la conferenza regionale su ‘Comunicazione, ospitalità e offerta turistica’ per promuovere l’offerta regionale degli itinerari dello spirito, declinati in Cammini di Sardegna e destinazioni di pellegrinaggio. L’appuntamento, preceduto da un tavolo tecnico il giorno prima, è stata occasione per presentare le varie proposte dell’offerta, ossia i percorsi iscritti al Registro regionale (i cammini di Nostra Signora Bonaria, di Santa Barbara, di Sant’Efisio, di San Giorgio vescovo di Suelli, di Santu Jacu e il percorso francescano della Sardegna) e le sedi mete di pellegrini (Dorgali, Galtellì, Gesturi, Laconi, Luogosanto, Orgosolo e Sant’Antioco).
E' stato presentato un modello di ospitalità legata all’identità di un antico borgo, Laconi, che coniuga spiritualità, attrazioni culturali, storico-archeologiche e ambientali e un’ospitalità ‘sostenibile’ a misura di una domanda che ricerca servizi e, soprattutto, un rapporto diretto con la comunità. 
 
Sabato 17 gli sviluppi del progetto regionale, che nasce con l’intento di inserire gli itinerari sardi nell’ambito di percorsi nazionali ed internazionali, e l’offerta relativa son stati presentati ai tour operator in un workshop a Iglesias, città punto di partenza del Cammino minerario di Santa Barbara.
Gli operatori turistici e i media specializzati hanno potuto conoscere le specificità di un percorso di 400 chilometri tra luoghi di culto, natura, mare e archeologia mineraria altamente strutturato e affrontato da migliaia di pellegrini-escursionisti. Un cammino che ha riscosso vari riconoscimenti e apprezzamenti, preso a modello in occasione di un evento sui cammini nazionali organizzato dal Mibact a Castel Sant’Angelo (Roma) poco più di un anno fa. Nel programma della giornata gli interventi introduttivi di amministratori e Autorità locali e degli stessi ospiti nazionali presenti a Laconi e a seguire la vera e propria presentazione ‘dal vivo’ di tre tappe del percorso. Attesa la presentazione della Fondazione ‘Cammino minerario di Santa Barbara’, destinata a valorizzare e gestire la promozione del percorso. Il giorno successivo la conoscenza ‘sul campo’ è proseguita con un’escursione (aperta a tutti) su un altro tratto del percorso: dalle domus de Janas di Cannas di Sotto, nel territorio di Carbonia, alla necropoli fenicio-punica di Monte Sirai.
 
 
 
 
Informazioni su conferenza, workshop” e ospitalità
 
LACONI
Museo della Statuaria Preistorica in Sardegna
Tel. 0782 693238 - Cell. 342 3507760
dal Lunedì alla Domenica
dalle ore 10,00 alle ore 13,00
dalle ore 15,00 alle ore 18,00
 
IGLESIAS
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica (IAT)
Tel. 0781 274507
Ufficio Cultura
 
 

Nelle vicinanze

Teti, santuario di Abini
aree archeologiche
Il villaggio-santuario di Abini, situato lungo il fiume...
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale
musei
Il museo ospita i materiali archeologici provenienti dal...
Teti, villaggio di S'Urbale
aree archeologiche
Il villaggio è situato nella regione del Mandrolisai  verso...
Austis, Sa Crabarissa
paesi
Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è...
paesi
Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno, immerso in una...
Nughedu Santa Vittoria, museo naturalistico
musei
È allestito all'interno dell'Oasi di Assai, uno splendido...
aree archeologiche
Sul fiume Tino si trova un'antica gualchiera ad acqua,...
Panoramica del Lago di Gusana
laghi e stagni
Il lago di Gusana venne realizzato tra il 1959 e il 1961...
paesi
Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolisai ed è tutt'oggi...
Dal 12.03.2017 al 16.04.2017
Dal 17.02.2017 al 21.05.2017
Dal 17.02.2017 al 31.05.2017
Dal 04.02.2017 al 04.06.2017
Dal 24.02.2017 al 02.04.2017
Dal 08.03.2017 al 31.03.2017
Dal 31.03.2017 al 02.04.2017
Dal 11.03.2017 al 16.04.2017
Dal 20.02.2017 al 28.04.2017