vuoto

Sardegna, un'isola baciata dal sole

Venire in Sardegna  quando le vacanze sono oramai un ricordo per molti.

Un’oasi esotica a portata di mano, tra il verde selvaggio e incontaminato e il blu di chilometri di coste, baie e spiagge che si susseguono lungo il periplo dell’Isola: straordinaria palestra naturale outdoor dove alternare trekking, snorkeling e climbing e dove vi sentirete invogliati a utilizzare il mare per estemporanee sedute di acquagym o per sfruttarne le correnti per l’idromassaggio a riva.

Ovunque voi siate, sulla costa si possono utilizzare le rocce e la sabbia più granulosa per sedute di scrubbing. La sabbia finissima è adatta per le sabbiature, vero toccasana per i disturbi reumatici e nevralgici. Nelle baie con i ciottoli provate, invece, ad improvvisare percorsi benefici alternando camminate a piedi nudi sui sassolini del bagnasciuga con pose di pietre scaldate dal sole.

Anche gli hotel wellness e gli hotel SPA della Sardegna utilizzano lo straordinario patrimonio naturale che l’Isola offre, principalmente l’acqua del mare per la thalassoterapia, le alghe per gli impacchi, la sabbia per i massaggi e il sale marino e la polvere di conchiglie per lo scrubbing.

Gli elementi naturali utilizzati nei nostri centri benessere non provengono solo dal mare; si utilizzano le polveri di sughero per il  gommage del corpo; l’estratto di ginepro con azione anticellulite per combattere il ristagno dei liquidi; l’olio di l’elicrisio e di lentischio come antiossidanti che agiscono sui processi infiammatori.

Ma grandi protagoniste dei nostri programmi di bellezza e della convivialità sarda sono le bacche di mirto, già apprezzate dagli antichi abitanti dell’isola, che le utilizzavano come rimedio contro le infiammazioni e in cucina per aromatizzare il porchetto arrosto.

E il mirto non può che essere ampiamente utilizzato nei centri SPA e negli hotel wellness: l’olio essenziale nei bagni aromatici decongestionanti e balsamici, il gel nei massaggi drenanti anticellulite, come crema di idratazione profonda nei trattamenti anti-aging e, dopo cena, come delizioso ed efficace digestivo.

Il mirto a fine pasto è una consuetudine che si tramanda nel tempo. Vi verrà sempre offerto, sia che vi troviate nei resort sul mare, o siate tra i curiosi visitatori dei 28 paesi del cuore dell’isola durante Autunno in Barbagia, un’immersione nella cultura della Sardegna celata agli occhi dei più.

Nelle vicinanze

Teti, santuario di Abini
aree archeologiche
Il villaggio-santuario di Abini, situato lungo il fiume...
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale
musei
Il museo ospita i materiali archeologici provenienti dal...
Teti, villaggio di S'Urbale
aree archeologiche
Il villaggio è situato nella regione del Mandrolisai  verso...
Austis, Sa Crabarissa
paesi
Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è...
paesi
Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno, immerso in una...
Nughedu Santa Vittoria, museo naturalistico
musei
È allestito all'interno dell'Oasi di Assai, uno splendido...
aree archeologiche
Sul fiume Tino si trova un'antica gualchiera ad acqua,...
Panoramica del Lago di Gusana
laghi e stagni
Il lago di Gusana venne realizzato tra il 1959 e il 1961...
paesi
Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolisai ed è tutt'oggi...
Dal 04.02.2017 al 04.03.2017
23.02.2017
Dal 18.12.2016 al 26.02.2017
Dal 28.01.2017 al 04.03.2017
Dal 16.12.2016 al 26.02.2017
Dal 04.02.2017 al 05.03.2017
Dal 17.02.2017 al 21.05.2017
Dal 17.02.2017 al 31.05.2017
Dal 26.02.2017 al 28.02.2017