vuoto

Chiesa della Madonna di Talia

Olmedo, chiesa della Madonna di Talia

Come arrivare

Percorrendo la SS 291 che collega Sassari ad Alghero, al km 16 circa si trova il bivio per Olmedo, raggiungibile dopo pochi km. La chiesa è nell'abitato.

Il contesto ambientale
Immerso nel cuore della Nurra, l'abitato di Olmedo si stende su un territorio calcareo e vulcanico, ricco di testimonianze archeologiche. La chiesa di Nostra Signora di Talia sorge a breve distanza dalla parrocchiale. L'intitolazione si deve a un simulacro ritrovato in agro di Olmedo, presso il sito archeologico di Talia, intitolato alla "Madonna d'Italia". Altrettanto usato è il nome di Santa Maria di Ulumetu o Olmeto, dall'antico toponimo.

Descrizione
La chiesa della Madonna di Talia affascina per via dell'apparenza arcaica delle sue forme legate alla semplicità architettonica del primo Romanico isolano.
Costruita in calcare e pietra vulcanica, risale alla prima metà del XII secolo. Le murature inferiori della chiesa sono in cantonetti poco lavorati, che vanno a trasformarsi in conci perfettamente squadrati nella parte alta, forse frutto di una ricostruzione in antico.
La pianta è trinavata. Le navate laterali sono voltate a botte a sesto rialzato, mentre quella mediana ha copertura lignea. Lo spazio, molto ristretto, è scandito da arcate su colonne che arrivano fino al presbiterio rialzato, preceduto da due pilastri a pianta quadrata e ai lati del quale si incassano due semicolonne. I capitelli su cui poggiano le arcate sono cubici ad angoli smussati.
La facciata è essenziale: al centro si apre il portale architravato con arco di scarico a tutto sesto; lungo le testate delle navate laterali così come lungo gli spioventi si trova una serie di archetti che prosegue anche sui fianchi della chiesa. La parte centrale della facciata è resa più solida da robuste paraste d'angolo ed è completata da un'apertura cruciforme e da alcuni conci con alloggi per bacini ceramici. Nei fianchi si aprono alcune monofore come nell'abside, la cui superficie è spartita da lesene raccordate da archetti che poggiano su peducci.

Nelle vicinanze

Alghero, Area della necropoli di Anghelu Ruju
aree archeologiche
La necropoli di Anghelu Ruju è la più estesa e importante...
Lido San Giovanni
spiagge
Il Lido di San Giovanni può essere considerato una delle...
Alghero, Area della necropoli di Santu Pedru
aree archeologiche
Il complesso è situato sulla collina trachitica e comprende...
Il mare di Fertilia
spiagge
Fertilia è una città di fondazione sorta nel 1936 nel...
grotta verde
grotte marine
Nel golfo di Porto Conte, che si estende tra Capo Caccia e...
aree archeologiche
Il complesso di Palmavera è costruito con blocchi di...
Alghero, Villa Las Tronas
citta
Alghero, capitale della Riviera del Corallo, conserva...
Alghero, Villa Las Tronas si specchia nel mare
spiagge
Nel comune di Alghero si trova la spiaggia di Las Tronas,...
Punta Negra
spiagge
La spiaggia di Punta Negra è una tra le più caratteristiche...
Dal 20.02.2017 al 28.04.2017
Dal 16.02.2017 al 04.03.2017
Dal 26.02.2017 al 28.02.2017
Dal 23.02.2017 al 28.02.2017
Dal 26.02.2017 al 28.02.2017
Dal 24.02.2017 al 28.02.2017
Dal 24.02.2017 al 02.04.2017
Dal 18.12.2016 al 26.02.2017
Dal 04.02.2017 al 04.03.2017