Il nome evoca un passato ormai svanito, testimoniato da ruderi poco distanti, mentre la realtà odierna mostra un arco di sabbia chiara, contornato da rocce di arenaria e cespugli di mirto e lentisco, di fronte a un mare dalle molteplici sfumature d’azzurro. La spiaggia del Lazzaretto è uno dei punti di forza del litorale di Alghero, incastonato lungo la Riviera del Corallo, tra la borgata di Fertilia e l’area protetta del parco di Porto Conte.

L’arenile vero e proprio del Lazzaretto è lungo poco più di 300 metri e presenta una larghezza maggiore nella zona centrale. Sul lato orientale osserverai scogli affioranti, mentre nella direzione opposta la sabbia – generalmente a grani medio-fini – si mescola a qualche ciottolo. I lati della spiaggia sono particolarmente indicati per chi desidera alternare bagni di sole e riparo dai raggi: il lato ovest, in particolare, è la prima zona a diventare ombreggiata durante il pomeriggio.

Ci troverai a disposizione vari servizi: parcheggio e area di sosta per i camper, punti di ristoro, noleggio ombrelloni e natanti. Inoltre, la spiaggia è accessibile ai diversamente abili e si può raggiungere anche in bici, utilizzando la pista ciclabile che corre parallela alla statale 127 bis per gran parte del percorso. Ai lati dell’arenile principale si aprono tante piccole spiaggette, conosciute come le ‘calette del Lazzaretto’: potrai arrivarci percorrendo sentieri seminascosti in mezzo alla macchia mediterranea, sono l’ideale per chi predilige un ambiente più intimo e selvaggio. Durante la camminata, tra i cespugli, noterai anche caratteristici esemplari di palma nana.

Spostandoti verso sud oltrepasserai le rovine della struttura che, durante il XVIII secolo, ospitò gli equipaggi delle navi provenzali costrette alla quarantena per via della peste. Più avanti, sul versante opposto del promontorio sul quale svetta la cinquecentesca torre del Lazzaretto – detta anche torre di capo Galera – troverai una spiaggia caratterizzata da sabbia dorata e da fondale basso con qualche scoglio, perfetto per lo snorkeling. Un tratto di costa punteggiato da calette e scogliere separa la spiaggia del Lazzaretto dalle Bombarde. Altra spiaggia a forma arcuata ma più lunga (un chilometro), che ti affascinerà per i riflessi color ocra della sabbia, per i colori cangianti del mare e per le tinte rossastre degli scogli ai suoi lati. Dalle meraviglie naturalistiche a quelle archeologiche il passo è breve, meno di tre chilometri: è la distanza che intercorre tra il Lazzaretto e il nuraghe Palmavera, una struttura complessa, formata da mastio, due torri e antemurale, con attorno un ampio villaggio, dove spicca la ‘capanna delle riunioni’.