Secoli fa era un luogo pericoloso, teatro di assalti pirateschi, oggi la frazione costiera di Tortolì è uno scrigno di attrazioni. Arbatax si sviluppa attorno al suo porto e alle pendici del promontorio di capo Bellavista, dominato da un faro, a circa tre chilometri dal più importante centro dell’Ogliastra. Principale scalo marittimo della costa orientale, il porto assunse rilevanza grazie allo sviluppo della vicina area produttiva e mantiene oggi un ruolo commerciale e di collegamento da e per la penisola tramite traghetti. All’interno della struttura c’è il porticciolo turistico, che dispone di circa 650 posti barca, può ospitare imbarcazioni fino a 85 metri e offre servizi di noleggio gommoni e di charter: da qui potrai partire per esplorare le meraviglie della costa di Baunei e del golfo di Orosei: le esclusive Cala Goloritzé, Cala Mariolu e Cala dei Gabbiani, il monumento naturale di Pedra Longa, le spiagge da cartolina di Cala Luna, Cala Sisine e Cala Biriola fino alle grotte del Fico e del Bue Marino.

Non ti servirà prendere il largo per ammirare le Rocce Rosse: alte falesie di porfido rossastro e diorite nera, accanto al porto, che regalano un panorama indimenticabile. Uno scenario talmente caratteristico da essere immortalato in film e fungere da quinta scenografica per festival musicali come Rocce Rosse Blues e Red Valley. Davanti al porto spicca la candida torre di San Miguel, conosciuta anche come torre di Arbatax. Da lei forse deriva il nome della località: Arba ‘at ‘ashar è un’espressione araba che indicherebbe la quattordicesima torre, contando in senso antiorario da sud. Fu eretta in granito e porfido intorno alla metà del XVI secolo e fu seguita dalla torre di San Gemiliano - tuttora esistente -, e dalla torre di Largavista, demolita per far posto al faro di Bellavista.

Su ben sette spiagge del litorale di Tortolì sventola la Bandiera Blu, conferita dalla FEE per qualità delle acque, sostenibilità ambientale e livello dei servizi. Tre di esse si estendono attorno al borgo di Arbatax: a nord c’è la spiaggia di Ponente, compresa tra il porto e lo stagno di Tortolì. A sud, incastonata in un’insenatura, troverai Porto Frailis, con sottile sabbia dai riflessi argentati e dorati e mare dal colore azzurro con tinte smeraldine. Oltre il promontorio, sul quale domina la torre di San Gemiliano, ecco la spiaggia omonima: è il tratto iniziale del lunghissimo lido di Orrì e si caratterizza per sabbia dorata, mare azzurro intenso, fondale basso e tanti servizi a disposizione.